Rigenerazione ossea

Quando si attende troppo prima di procedere all'estrazione di un dente molto compromesso, l’osso circostante può subire dei danni più o meno gravi. Oggi è possibile ricostruirlo più velocemente e in modo più naturale e biocompatibile con la rigenerazione ossea grazie a moderne metodiche biologiche e a innovative tecnologie digitali.
Il nostro protocollo, semplice accurato e preciso, è in grado di creare una struttura di sostegno utile a ricostruire anche ampie porzioni di osso e di ridurre drasticamente i tempi delle sedute chirurgiche.

 

Quando è necessaria?

Tutte le volte in cui c’è la necessità di mettere delle protesi dentali fisse e la quantità d’osso non è sufficiente a sostenerlo.

 

Come avviene?

Solitamente in anestesia locale ma ci sono casi in cui è possibile ricorrere alla sedazione cosciente con la presenza di un anestesista nel centro.
L’intervento ha una durata variabile a seconda dell’entità della ricostruzione ossea necessaria e i tempi di ripresa sono soggettivi a seconda delle condizioni di salute del paziente e dei fisiologici tempi di recupero.
A seconda dei casi, gli impianti dentali possono essere inseriti durante lo stesso intervento della rigenerazione ossea o a distanza di qualche mese a guarigione avvenuta.

 

Qual è il decorso post intervento?

Dopo l’intervento è importante seguire le indicazioni dal chirurgo per agevolare la guarigione della ferita, ovvero seguire una dieta semiliquida cercando di non ingerire bevande troppo calde, eseguire una scrupolosa igiene dentale con spazzolini a setole morbide evitando la regione attorno alla sede dell'intervento, eliminare per qualche giorno caffè, sigarette e bevande alcoliche che rallentano la cicatrizzazione.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram